Definizioni generali

Accanto ad ogni definizione viene indicata la fonte di informazione con numero progressivo che fa riferimento alla pagina “Glossario” del presente sito
vai alla pagina

QUALITA’ DELL’ARIA (IAQ) – 1 (UNI 10339:1995)
Caratteristica dell’aria trattata che risponde ai requisiti di purezza. Essa non contiene contaminanti noti tali da arrecare danno alla salute e causare condizioni di malessere per gli occupanti. I contaminanti, contenuti sia nell’aria di rinnovo che in quella ricircolata, sono gas, vapori, microrganismi, fumo e altre sostanze particolate.

QUALITA’ DELL’ARIA – 17
E’ determinata dalla concentrazione di contaminanti (chimici, fisici e biologici) in essa presenti. L’aria soddisfa i requisiti di salubrità quando è garantito il benessere degli occupanti.

MANUTENZIONE – 3 (UNI 10147: 2003)
Combinazione di tutte le azioni sia tecniche che amministrative, incluse le azioni di supervisione, volte a mantenere o a riportare una entità in uno stato in cui possa eseguire la funzione richiesta.

MANUTENZIONE – XX (PIER GIORGIO PERROTTO)
Le attività di manutenzione non pretendono di trasformare il mondo, i loro obiettivi non sono esprimibili in modo semplice, non hanno il fascino mozzafiato di attività che producono oggetti con prestazioni elevatissime, vanno continuamente e periodicamente ripetute, se hanno successo il loro effetto non si vede.

AMBIENTE INDOOR – 9 (APAT)
Si riferisce agli ambienti confinati di vita e di lavoro non industriali (in quest’ultimo caso vige una specifica normativa restrittiva), ed in particolare, a quelli adibiti a dimora, svago, lavoro e trasporto. Secondo questo criterio, l’ambiente confinato comprende: le abitazioni, gli uffici pubblici e privati, le strutture comunitarie (ospedali, scuole, caserme, alberghi, banche. etc.), i locali destinati ad attività ricreative e/o sociali (cinema, bar, ristoranti, negozi, strutture sportive, etc.) ed infine i mezzi di trasporto pubblici e/o privati (auto, treno, aereo, nave, etc.).

INQUINAMENTO INDOOR – 9 (APAT)
Le principali fonti di contaminanti indoor ed alcuni agenti inquinanti, suddivisi per ambiente confinato, sono schematizzati nella seguente tabella:

Agenti Chimici

  • Monossido di carbonio (CO)
  • Biossido di azoto (NO2)
  • Biossido di zolfo (SO2)
  • Composti Organici Volatili (VOC)
  • Formaldeide
  • Benzene
  • Idrocarburi Aromatici Policiclici (IPA)
  • Ozono (O3)
  • Particolato aerodisperso (PM10, PM2.5)
  • Fumo di tabacco ambientale
  • Pesticidi
  • Amianto

Agenti Biologici

  • Acari
  • Muffe
  • Allergeni degli animali
  • Batteri
  • Pollini

Agenti Fisici

  • Campi elettromagnetici
  • Rumore
  • Radon

 

CLIMATIZZAZIONE – 1 (UNI 10339:1995)
Realizzazione e mantenimento simultaneo negli ambienti delle condizioni termiche, igrometriche, di quantità e movimento dell’aria compreso entro i limiti richiesti per il benessere delle persone.

CLIMATIZZAZIONE – 17
Raggiungimento e mantenimento di specifiche condizioni ambientali relativamente alla temperatura, alla umidità, alla ventilazione e alla qualità dell’aria.

CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA – 1 (UNI 10339:1995)
Trattamento volto a conseguire la qualità dell’aria e le caratteristiche termoigrometriche richieste.

TERMOVENTILAZIONE – 1 (UNI 10339:1995)
Realizzazione e mantenimento simultaneo negli ambienti delle condizioni di climatizzazione, escluso il controllo igrometrico.

VENTILAZIONE – 1 (UNI 10339:1995)
Realizzazione e mantenimento negli ambienti delle condizioni di cui alla climatizzazione, escluso il controllo termico ed, eventualmente, il controllo igrometrico.

VENTILAZIONE – 17
Raggiungimento e mantenimento di specifiche condizioni ambientali relativamente alla ventilazione e alla qualità dell’aria.

IMPIANTO AERAULICO – 1 (UNI 10339:1995)
Insieme di apparecchiature, dispositivi, accessori e controlli necessari per realizzare la desiderata qualità dell’aria nelle condizioni prefissate.

IMPIANTO AERAULICO – 2 (UNI 11169:2006)
Impianto destinato al benessere delle persone, installato in edifici chiusi, dotato di immissione meccanica dell’aria esterna.
Fanno parte dell’impianto aeraulico:

  • le unità di trattamento aria con i relativi componenti ed accessori;
  • i terminali dell’aria in ambiente;
  • le unità terminali negli impianti misti aria-acqua quali:
  • ventilconvettori a due o quattro tubi
  • cassette di controllo portata con eventuale batteria di post- riscaldamento
  • le reti aerauliche e idroniche di distribuzione e ripresa dell’aria e dell’acqua, inclusi dispositivi antincendio
  • le apparecchiature e i sitemi di misura, regolazione, supervisione e controllo.

 

IMPIANTO DI TRATTAMENTO DELL’ARIA O IMPIANTO AERAULICO – 17
Insieme di tutte le apparecchiature, le strutture, gli accessori e i controlli deputati a garantire la qualità dell’aria mantenendo specifiche condizioni microclimatiche. Rientrano nella definizione gli impianti di condizionamento/climatizzazione, di termoventilazione e di ventilazione.

IMPIANTO PER LA CLIMATIZZAZIONE (O DI CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA) PER LA TERMOVENTILAZIONE, PER LA VENTILAZIONE – 1 (UNI 10339:1995)

Impianto aeraulico destinato ad espletare le funzioni di cui rispettivamente ai punti sopra menzionati.

TARATURA ED EQUILIBRATURA – 2 (UNI 11169:2006)
Operazioni atte a garantire e documentare che in ogni tratto ed in ogni terminale delle reti aerauliche ed idroniche vi siano le portate di progetto a meno delle tolleranze ammesse.

BIOAEROSOL –  17
Insieme di particelle aerodisperse di origine biologica.

BIOFILM MICROBICO – 17
Comunità microbica composta da diverse  e numerose specie di organismi differenti, sia procarioti ( batteri, archea) sia eucarioti (alghe, lieviti, funghi), inclusi in una matrice polisaccaridica da questi prodotta.

CANALIZZAZIONI AERAULICHE (O CANALI DELL’ARIA) – 17
Parti degli impianti aeraulici deputati al trasporto e alla distribuzione dell’aria.

DISINFEZIONE – 17
Procedimento che ha lo scopo di ridurre al minimo il numero di microrganismi contaminanti, patogeni compresi, dalle superfici e dalle attrezzature, utilizzando mezzi chimici (disinfezione chimica) o fisici, quali il calore secco o umido (disinfezione termica) e in casi specifici anche i raggi ultravioletti.

IMPIANTI DI PROCESSO – 17
Impianti finalizzati alla realizzazione di condizioni climatiche specifiche per particolari lavorazioni industriali.

PULIZIA – 17
Procedura finalizzata alla eliminazione della sporcizia dalle superfici; è solitamente effettuata con mezzi fisici (spazzole, scovolini, apparecchi a getto di vapore od acqua ad alta pressione) e/o chimici. E’ un’operazione preliminare indispensabile alla buona riuscita di una eventuale fase di disinfezione o sterilizzazione.

SANIFICAZIONE – 17
Tutti i processi utili a rendere “sano” un oggetto, una superficie, etc. in relazione all’uso che se ne deve fare; comprende quindi gli interventi di pulizia (o detersione), disinfezione e sterilizzazione.

TERMINALI DI MANDATA ARIA – 17
Parti finali delle canalizzazioni aerauliche da cui fuoriesce l’aria di  mandata.

TERMOVENTILAZIONE – 17
Raggiungimento e mantenimento di specifiche condizioni ambientali relativamente alla temperatura, alla ventilazione e alla qualità dell’aria.

UNITA’ DI TRATTAMENTO ARIA O UTA – 17
Macchina presente negli impianti di climatizzazione il cui scopo è quello di prelevare l’aria dall’esterno e trattarla a seconda delle richieste climatiche degli ambienti interni. I parametri coinvolti nel trattamento dell’aria sono la temperatura, l’umidità, la velocità dell’aria e la purezza.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.